DIREZIONE DIDATTICA 6° CIRCOLO AVELLINO

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 


 
 
 
 
 
 
 



    SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO

Di antica tradizione, ubicata negli anni '30 e '40 in via Colombo, presso il palazzo Magnotti, e poi in via De Concilii con la denominazione di Ginnasio Inferiore, la Scuola Secondaria di Primo Grado "Dante Alighieri" è stata sempre luogo di crescita, di maturazione e di cultura.

Oggi, essa si pone quale anello di congiunzione tra la cultura "tradizionale" e quella proposta e diffusa dai moderni mezzi di comunicazione, dalle immagini, dalla multimedialità, dall'apertura delle frontiere, da una società tutta protesa verso la valorizzazione delle potenzialità, delle competenze, della progettazione e dell'autonomia nella quale, per inserirsi e divenire corresponsabili, bisogna:
Sapere, Saper fare, Saper essere.


 
SCUOLA PRIMARIA E INFANZIA
Il complesso scolastico- ospitante le scuole dell’Infanzia “Morelli e Silvati” e “Luigi Perna” e la scuola primaria “Luigi Perna”- è ubicato in un’ampia zona verde sulla quale si affacciano anche l’Istituto Professionale “Scoca” e il Nido Comunale.
Il Circolo si caratterizza, oltre che per la peculiarità della struttura, anche per la specificità dell’ambito territoriale “allargato” ad esso afferente.Infatti, opera in una vasta zona della città che comprende insediamenti abitativi, residenziali e popolari, nelle vie Morelli e Silvati, Tagliamento, Annarumma, Pescatori, G.B.Vico, nelle Contrade Pennini e Archi, ma anche in altre vie cittadine e nell’Interland Avellinese: Monteforte, Mercogliano, Summonte, Ospedaletto d’Alpinolo, Capriglia, Grottolella, Serino, Aiello del Sabato, Prata P.U., Pratola Serra (molti genitori lavorano ad Avellino e scelgono la nostra scuola per i propri figli).
Pertanto, il contesto socio-culturale si può definire eterogeneo in rapporto ai bisogni formativi espressi, ai modi di rapportarsi con l’Istituzione scolastica, alle attese e alla disponibilità alla collaborazione dei genitori, nonchè alle difficoltà che i bambini possono incontrare. Il contesto allargato costituisce, nel contempo, un punto di forza per la ricchezza di esperienze di cui sono portatori gli alunni, per la varietà delle sollecitazioni e delle proposte educative dei genitori, ma anche un punto di debolezza, perché possono sfuggire alla Scuola i mutamenti, le linee di tendenza dei vari contesti territoriali di provenienza degli alunni non residenti.






 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu